Verbania: cosa vedere, Villa Taranto

Cosa vedere a Verbania, itinerario comprendente i principali luoghi da visitare, tra cui Basilica di San Vittore, Villa Taranto e Chiesa di San Remigio.

Villa Taranto - Verbania

Turismo Verbania

Nata dall’unione dei due centri di Intra e Pallanza, Verbania è luogo di villeggiatura e centro principale del bacino centrale del lago Maggiore.

La località costituisce uno dei due capolinea dell’unica linea di traghetto destinato al trasporto di automobili presente sul lago, l’altro si trova a Laveno.

Pallanza, che era un insediamento romano, nel periodo medievale divenne proprietà prima di Novara e poi dei conti di Biandrate.

Nel quattordicesimo secolo, insieme ad Intra, fu acquisita dai Visconti.

Nel 1535 divenne possedimento spagnolo e nel 1743 sabaudo, fatta eccezione per Intra che rimase sempre un territorio appartenente ai Borromeo.

A Intra si trova la settecentesca Basilica di San Vittore, costruita sopra una chiesa di età precedente.

A partire dal caratteristico imbarcadero, di epoca ottocentesca, inizia il percorso del romantico lungolago.

A Palianza, situata sul golfo Borromeo, sorge Villa Taranto, costruzione di fine ottocento, circondata da ampi giardini caratterizzati dalla presenza di sorgenti, fontane e prati.

Il parco è molto apprezzato per le innumerevoli piante rare che vi sono raccolte.

In cima al promontorio sorge la chiesa di San Remigio, un interessante edificio romanico costruito tra l’undicesimo e il dodicesimo secolo, dove ammirare alcuni affreschi e un portico del cinquecento.

Palazzo Dugnani, ricostruito nel settecento, è la sede del museo storico artistico del Verbano e del museo del paesaggio, dove sono conservati opere pittoriche di epoca compresa tra il quindicesimo e il diciannovesimo secolo.