Santuario Maria Santissima di Custonaci: storia della Madonna

Cosa vedere al Santuario di Custonaci, origini di questo luogo di culto con breve racconto della storia di come l’immagine della Madonna pervenne in questo luogo.

Santuario Maria Santissima - Custonaci

In Sicilia, nella cittadina di Custonaci, a circa 200 metri di altitudine nella provincia di Trapani, sorge il Santuario dedicato a Maria Santissima.

Il maestoso luogo di culto si eleva sulla sommità della collina rocciosa al centro del paese, in un territorio dove la devozione alla Madonna ha origini molto antiche.

Fin dall’epoca pre-normanna si trovava una cappelletta rupestre in località Linciasella, di cui oggi rimangono pochi ruderi, dove veniva venerata un’immagine della Madonna dedicata all’Immacolata Concezione.

In questa piccola cappella fu portato il dipinto miracoloso della Madonna che, secondo la tradizione, giunse sulla spiaggia presso Cala Buguto, a Baia Cornino, frazione di Custonaci.

Si racconta che l’immagine della Vergine Maria si trovasse nella stiva di una nave proveniente da Alessandria d’Egitto, quando l’imbarcazione fu sorpresa da una forte tempesta.

I marinai rivolgendosi alla Vergine fecero voto che, se fossero stati salvati da quel pericolo, avrebbero depositato sulla terraferma il quadro e fatta costruire una cappella a Lei dedicata.

Fu così che il dipinto fu posto nella cappellina dove si venerava già l’immagine dell’Immacolata Concezione.

Ci si rese conto però che il luogo era esposto al pericolo degli attacchi pirateschi provenienti dal mare, inoltre col tempo divenne troppo piccolo per accogliere i numerosi pellegrini che arrivavano per onorare l’immagine della Madonna.

Fu così che nel 1577 venne ultimata la costruzione della fortezza-chiesa, che costituisce l’origine dell’attuale Santuario, dove fu collocata una nuova immagine della Vergine Maria, oggi venerata sull’altare maggiore.

In questo modo fu trasferito il culto della Madonna nel nuovo Santuario, che nel corso dei secoli ha subito vari interventi, in particolare quello eseguito tra il 1870 e il 1900, riguardante l’intero impianto dell’edificio, che si presenta preceduto da una splendida gradinata a tenaglia e da un artistico sagrato realizzato con ciottoli di mare.

Il culto della Madonna di Custonaci è uno dei più sentiti in tutto l’agro ericino.

I festeggiamenti in onore di Maria Santissima di Custonaci durano quattro giorni, dalla domenica all’ultimo mercoledì di agosto, con momenti religiosi,  processioni, manifestazioni folcloristiche, culturali e di vario tipo.