Santuario Madonna della Fontana (Casalmaggiore – Cremona)

Cosa vedere al Santuraio Madonna della Fontana, storia e itinerario comprendente la cripta e affreschi degni di nota, liturgia della acque e Santo Rosario del primo sabato del mese.

Santuario Madonna della Fontana

Madonna della Fontana

In Lombardia, a Casalmaggiore, cittadina della provincia di Cremona, sorge il Santuario Madonna della Fontana, centro di spiritualità e di devozione mariana.

L’edificio attuale, risalente al quindicesimo secolo, sorge sul luogo dove si trovava una Cappella, luogo dove veniva venerata, già prima dell’anno mille, un’immagine della Beata Vergine, detta dei Bagni, in quanto situata vicino a fonti di acque sorgive.

Nelle vicinanze si trova il Pozzo di Santa Maria, luogo dove, secondo la tradizione, avvenne il miracolo del cieco nato, che riacquistò la vista semplicemente bagnando i suoi occhi con l’acqua del pozzo.

In seguito a questo episodio, accaduto nel 1320, venne eretto al posto della cappella un primo Santuario, in seguito ampliato e completato nel 1463.

Nella Cripta si trovano una conca di marmo seicentesca, dove viene raccolta l’acqua proveniente dalla sorgente, e un affresco del quattordicesimo secolo raffigurante la Vergine Maria con Gesù Bambino, dipinto realizzato sopra a immagini di datazione ancora più antica.

All’entrata della Chiesa è possibile ammirare un affresco di Filippo Mazzola, padre di Francesco Mazzola detto il Parmigianino, che a Casalmaggiore realizzò  opere di grande prestigio, oggi conservate altrove.

Al Santuario, durante le principali feste mariane e nel primo sabato del mese, si svolge la liturgia delle acque con la recita del Santo Rosario, la Santa Messa, la processione e l’ingresso nella Fontana del giardino per pregare con i piedi immersi nell’acqua, recitando la supplica alla Madonna della Fontana.

Preghiera alla Madonna della Fontana

Vergine Maria,

che fin dai tempi remoti,

in questo luogo di solitudine e pace

vi siete mostrata fonte inesauribile di grazie

verso i vostri figli devoti convertendo i peccatori,

consolando gli afflitti, scongiurando pestilenze, uragani

e dando la salute agli infermi con l’acqua che scaturisce ai piedi di questa vostra effige;

mostrati ancora verso di me pietosa col liberarmi dagli affanni spirituali

e corporali da cui sono angustiato,

e col concedermi la grazia di cui ho tanto bisogno.

Maria,

Fonte di grazie,

prega per me.