San Pietroburgo: cosa vedere, Palazzo d’Inverno

Cosa vedere a San Pietroburgo, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Palazzo d’Inverno, Museo di Stato Russo e Prospettiva Nevskij.

Palazzo d'inverno - San Pietroburgo

Turismo San Pietroburgo

Seconda città della Russia per numero di abitanti e per dimensioni, San Pietroburgo è molto bella e importante sotto l’aspetto artistico e culturale.

Si estende su numerose isole collegate da ponti e su brevi tratti di terraferma, nei pressi della foce del fiume Neva in corrispondenza del Golfo di Finlandia, inoltre è il principale porto commerciale della Russia.

Fondata nel 1703 dallo Zar Pietro il Grande, nel 1712 divenne sede della corte imperiale e capitale dell’Impero, fu chiamata San Pietroburgo in onore dell’aposto Pietro.

Il progetto venne realizzato bonificando alcune paludi sul Mar Baltico, con lo scopo, sia di contrastare la vicina potenza svedese, sia di aprire l’impero verso l’occidente, favorendone gli scambi commerciali e culturali.

Illustri artisti e architetti europei, fra i quali molti italiani, furono chiamati a collaborare alla realizzazione di questa affascinante e sfarzosa opera, destinata a diventare una capitale raffinata dalle caratteristiche europee.

L’immenso patrimonio architettonico racchiuso nel centro storico di San Pietroburgo fa parte dei Patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

Il Palazzo d’Inverno sorge fra la riva del fiume Neva e la piazza del Palazzo.

L’attuale palazzo, progettato in stile barocco dall’architetto italiano Bartolomeo Rastrelli, è il risultato dei lavori effettuati da vari architetti, succedutisi nell’arco di tempo che va dal 1730 al 1837.

Tra il 1732 al 1917 questo edificio costituì la residenza ufficiale degli Zar di Russia.

Il palazzo fa parte del complesso di costruzioni che ospitano il Museo dell’Ermitage, che ospita al suo interno una delle collezioni d’arte più importanti del mondo, merito soprattutto della sovrana Caterina la Grande, molto amante dell’arte.

A chi è interessato alla cultura russa e alla sua arte, è raccomandata la visita al Museo di Stato Russo, che ha la sua sede principale nel Palazzo Michailovskij, mentre altre collezioni sono esposte presso il Palazzo d’Estate di Pietro, il Palazzo di Marmo, il Castello Michajlovskij e il Palazzo Stroganov.

La Cattedrale di Sant’Isacco, situata tra l’omonima piazza e quella dei Decabristi, è uno dei monumenti più interessanti dell’arte russa e dell’architettura neo-classica del diciannovesimo secolo.

Su progetto affidato dallo zar Alessandro I all’architetto francese Auguste Montferrand, la costruzione iniziò nel 1818 e terminò nel 1858.

Tra gli edifici con il tetto a cupola più grandi del mondo, dal 1931 è diventata museo.

La Fortezza di San Pietro e Paolo è la cittadella di San Pietroburgo, il primo nucleo della città fatto edificare da Pietro il Grande a partire dal 1703, su progetto dall’architetto Domenico Trezzini.

All’interno della Fortezza si trovano vari edifici di interesse storico e artistico, tra cui la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, il bastione Trubetskoy, la Cripta Granducale, il Museo storico della città di San Pietroburgo, il Museo della Zecca e una fabbrica di cioccolato.

Prospettiva Nevskij, il viale principale che attraversa la città, inizia dalla Piazza del Palazzo, dove si affacciano il Palazzo d’Inverno, il Palazzo dello Stato Maggiore e l’Ammiragliato, sulle rive del fiume Neva, e termina con il tratto conosciuto come Staro-Nevskij, che porta al Monastero di Aleksandr Nevskij, incrociando bellissimi palazzi e monumenti, tra cui la grandiosa Cattedrale di Kazan, in stile Neoclassico, la cui costruzione fu iniziata nel 1801 su progetto dell’architetto Andrey Voronikhin, prendendo a modello la Basilica di San Pietro in Vaticano a Roma.

Situato all’angolo della prospettiva Nevskij si trova il Palazzo Stroganov, uno degli edifici più eleganti della città, costruito fra il 1752 e il 1754, su progetto dell’architetto italiano Francesco Bartolomeo Rastrelli.

Nei dintorni della città si trovano numerose residenze imperiali, opere di geniali architetti che hanno saputo armonizzare l’architettura di questi edifici con la bellissima natura circostante.

Tra queste merita di essere ricordata la Reggia Peterhof, situata sulle rive del Golfo di Finlandia, edificata per volere di Pietro il Grande.

Il complesso, che comprende vari palazzi e parchi con molte fontane, viali alberati e sentieri immersi nel bosco, è accessibile anche dal Mar Baltico.