Rottingen: cosa vedere nel centro storico tra case e cappelle

Principali attrazioni da vedere a Rottingen in Baviera sulla Strada Romantica, itinerario per visitare il centro storico della località vinicola tra case e cappelle di particolare interesse, monumenti e luoghi d’interesse da non perdere.

Rottingen: via della meridiana

Turismo Rottingen

Situata alla confluenza del Rippbach con il Tauber, Rottingen attira subito l’attenzione del turista con la miriade di case tipiche con struttura a traliccio in legno che circondano il municipio barocco e le caratteristiche cappelline.

Nella Piazza del Mercato inizia e termina la “via della meridiana” che comprende 20 orologi di particolare bellezza.

La Chiesa Romanica di San Kilian, nel cui interno sono presenti monumenti sepolcrali del XIII secolo, testimonia le epoche passate.

Il Castello Brattenstein è stato restaurato e nella stagione estiva costituisce un suggestivo scenario per il teatro all’aperto.

Al di fuori della cerchia di mura ben conservata, l’itinerario archeologico passa accanto a oltre 20 tumuli e alle rovine delle trincee quadrangolari dei celti.

Diverse attrezzature per attività ricreative e parchi ben curati offrono al turista il modo di trascorrere una buona vacanza immerso in un ambiente accogliente circondato da boschi e vigneti.

Andando in direzione di Rothenburg è consigliabile deviare, prendendo una strada secondaria, per Aub Burgerroth dove, nei pressi della cappella romanica di Santa Cunegonda del tredicesimo secolo si trova un tiglio di età millenaria.

La località principale Aub era in passato un centro commerciale sul percorso che andava da Norimberga a Augusta.

Per questo motivo è possibile imbattersi continuamente nelle testimonianze di questo grande passato, che consistono in parti delle mura cittadine con le loro torri, il palazzo comunale con la gogna, la colonna mariana barocca, il castello di caccia dei principi vescovi e la chiesa parrocchiale cattolica che è consigliabile visitare per la presenza al suo interno di capitelli scolpiti in stile tardogotico e soprattutto per la pregiata crocifissione di Tilman Riemenschneider.

Procedendo verso sud per circa 2 km si trova Waldmannshofen, piccola frazione di Creglingen, dove si trova il castello sull’acqua che ospita attualmente un museo dedicato ai vigili del fuoco.

Nella frazione di Creglingen Frauental è possibile visitare una chiesa conventuale del tredicesimo secolo, costruita su due piani per soddisfare le severe regole dei cistercensi, secondo le quali suore e laici non potevano trovarsi contemporaneamente nello stesso posto.

Da non perdere la visita della chiesa inferiore gotica dove ammirare il prezioso arredamento.

Faceva parte del convento anche la tenuta Fuchshof dove si trova oggi un museo contadino privato.