Rocca di Cambio: cosa vedere, Abbazia di Santa Lucia

Cosa vedere a Rocca di Cambio, piccolo centro montano dell’Abruzzo, adatto oltre che per vacanze estive anche per quelle invernali, grazie alla vicinanza della stazione sciistica di Campo Felice.

Abbazia di Santa Lucia, Rocca di Cambio

Turismo Rocca di Cambio

Situata ai piedi del monte Cagno, Rocca di Cambio si trova nella parte settentrionale dell’Altopiano delle Rocche, all’interno del parco regionale Sirente Velino e a 25 chilometri da L’Aquila.

Con i suoi 1434 metri di altitudine, Rocca di Cambio è il comune più alto dell’Appennino.

Tra i principali luoghi da visitare rientra la Chiesa di Santa Maria, conosciuta anche come Chiesa dell’Annunziata e risalente al sedicesimo secolo.

Nel suo interno a tre navate sono conservate diverse opere, tra cui una statua quattrocentesca in legno policromo, raffigurante Santa Lucia, una Via Crucis in terracotta e un crocifisso in ceramica, oltre a una scultura dell’Annunciazione di Pietro Romano e un fonte battesimale del 1569.

Nel punto più alto del paese è situata la Chiesa di San Pietro, con un interno a navata unica dove è conservata una statua del decimo secolo, realizzata in legno e maiolica, raffigurante San Pietro.

Il castello, di cui è rimasta solo una torre caratterizzata da un grande bastione alla base e corpo circolare, andò distrutto a seguito del terremoto del 1703.

Alcuni resti della fortificazione furono usati per ampliare la chiesa di San Pietro apostolo, che si trova davanti alla torre.

A meno di due chilometri dal centro merita una visita l’Abbazia di Santa Lucia, risalente al dodicesimo secolo e costruita in stile romanico.

Al suo interno sono conservati affreschi della scuola di Giotto, risalenti al dodicesimo e tredicesimo secolo, in cui sono riprodotte scene tratte dalla vita di Santa Lucia, oltre alla Passione di Cristo, alla sua Resurrezione e all’Assunzione della Vergine Maria.

Da segnalare la presenza di un affresco dell’Ultima cena, opera che riveste una parete intera della chiesa.