Ragusa, cosa vedere, Duomo San Giorgio

Cosa vedere a Ragusa, itinerario di un giorno comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Duomo di San Giorgio e Chiesa di San Giuseppe.

Duomo San Giorgio - Ragusa

Turismo Ragusa

La città è formata da due nuclei, la Ragusa moderna e la Ragusa Ibla, che costituisce la parte più antica, ovvero quella dove si trovano gli edifici più vecchi e degni di nota.

A partire dal 1926 le due parti si unirono, dando origine ad un’unica città che divenne capoluogo di provincia dall’anno successivo.

A Ragusa Ibla non mancano certo visibili testimonianze del passato, tra cui il Duomo di San Giorgio, con la sua imponente architettura, e la Chiesa di San Giuseppe, rispettivamente del diciottesimo e sedicesimo secolo, entrambe frutto del progetto di Rosario Gagliardi, contraddistinte da una bella facciata barocca coronata in alto dalla torre campanaria.

Nella parte nuova della città è possibile visitare la Cattedrale in stile barocco e il Museo archeologico, che raccoglie interessante materiale antico rinvenuto a Ragusa e dintorni, tra cui resti di abitazioni, oltre alla ricostruzione di una fabbrica di ceramiche comprensiva di forno, vasi d’argilla e utensili usati per forgiare gli oggetti artistici.

Attualmente Ragusa è soprattutto una città industriale, grazie a importanti miniere d’asfalto, situate a due chilometri dal centro cittadino, e impianti atti alla produzione di calce idraulica e cementi.

Nel 1950, alcune perforazioni effettuate nel sottosuolo del territorio circostante la città, hanno portato alla scoperta di giacimenti petroliferi, un evento che ha comportato la costruzione di un oleodotto per il trasporto del greggio fino alla raffineria di Augusta.