Pisticci: cosa vedere, Castello di San Basilio

Cosa vedere a Pisticci, cittadina costiera in provincia di Matera, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Chiesa madre, Castello di San Basilio, Abbazia del Casale e Palazzo Franchi.

Pisticci: panorama

Turismo Pisticci

Le origini di Pisticci sono molto antiche, basti pensare che i primi abitanti risalgono al X secolo a.C..

Con il nome di Pistoikos faceva parte della Magna Grecia, in epoca medievale divenne feudo normanno, subendo frequenti incursioni da parte dei pirati saraceni.

Il centro storico di Pisticci venne costruito sulle colline di Serra Cipolla, San Francesco e Monte Como, che erano caratterizzate dalla presenza di calanchi, motivo per cui si verificarno nel tempo diverse frane, tra cui quella del 1688 che determinò la distruzione di buona parte del paese.

Nel territorio di Pisticci sono comprese diverse frazioni, tra cui Marconia, Tinchi, Casinello e Pisticci Scalo, a cui si aggiungono Marina di Pisticci e il Porto degli Argonauti, entrambe località turistiche molto frequentate.

Tra i maggiori luoghi d’interesse del centro storico, merita visitare la Chiesa Madre, eretta nello stesso luogo dove prima si trovava un edificio duecentesco preesistente.

Questa chiesa è in stile rinascimentale, con interno a tre navate e tetto a spiovente.

Nelle navate laterali si aprono varie cappelle e sono presenti altari barocchi dove sono custoditi paliotti d’altare intagliati e dorati, risalenti in gran parte al sedicesimo secolo, oltre a tele settecentesche, di cui alcune attribuite a Domenico Guarino.

Il Castello di San Basilio venne costruito dai monaci della congregazione nel corso del VII secolo, con la funzione di masseria fortificata, in seguito assunse le forme di castello dotato di torrione quadrato centrale, con una corte centrale circondata dagli edifici principali, tra cui il refettorio, la cucina, il dormitorio, la sala capitolare, la biblioteca e una piccola chiesetta dell’XVIII secolo.

In passato si accedeva al castello tramite un ponte levatoio, sostituito successivamente da un ponte in muratura.

Il Rione Dirupo è formato da case bianche a un piano, caratterizzate da un tetto rosso e poste a schiera in doppi filari contrapposti, digradanti dall’alto verso il basso.

L’abbazia di Santa Maria del Casale è un complesso religioso antico, costruito nel 1087 circa dai benedettini sopra i ruderi di una costruzione greco-bizantina, che conserva, al suo interno, una scultura lignea del 1100 raffigurante la Madonna.

Pisticci è inoltre nota in tutto il mondo per la produzione dell’Amaro Lucano, ottenuto dalla miscela di varie tipologie di erbe officinali.