Perù: informazioni turistiche generali

Informazioni turistiche generali sul Perù, comprendenti tutte le cose da sapere prima della partenza, per un viaggio o una vacanza in questo stato del Sud America.

cartina Peru

Perù in breve

  • Capitale: Lima
  • Superficie in kmq: 1.285.216
  • Numero di abitanti: 28.302.603 (primo semestre 2006)
  • Religione: Maggioranza cattolica, minoranza protestante e altre religioni.

Dove si trova

bandiera peru Il Peru confina a nord con Colombia ed Ecuador, ad est con Brasile e Bolivia, a sud col Cile; a ovest è bagnato dall’Oceano Pacifico.

E’ per estensione il terzo paese del Sud America, dopo Brasile e Argentina. E’ formato, procedendo da ovest verso est, da tre regioni distinte: la Costa, la Sierra e la Selva (o Montana).

La Costa è una zona con scarsa vegetazione, ad eccezione delle valli dove scorrono i fiumi che vanno a sfociare nell’Oceano Pacifico.

E’ in questa fascia di territorio che si trovano i maggiori centri abitati del Perù.

La Sierra è la regione delle Ande, formata da cime molto elevate, come la vetta dell’Huascaràn (m. 6.768), questa zona è soggetta a manifestazioni sismiche e vulcaniche.

Nella parte sud orientale della Sierra, al confine con la Bolivia, si trova il Lago Titicaca a 3.800 metri di altezza.

La Selva, regione più vasta del paese ricoperta da una foresta tropicale e attraversata da grandi fiumi, inizia dove la catena della Cordigliera Orientale digrada verso la pianura del Rio delle Amazzoni, fino al confine con il Brasile.

Idrografia

I fiumi principali del Perù (Maranòn, Napo, Huallaga, Ucayali), tributano all’Oceano Atlantico mediante il Rio delle Amazzoni.

Nascono sulla catena andina, scorrono in senso longitudinale fino a quando, attraverso varchi laterali, seguono il loro corso verso oriente.

I fiumi Maranòn e Ucayali si uniscono vicino alla città di Iquitos e danno vita al Rio delle Amazzoni.

I fiumi che sfociano nell’Oceano Pacifico scorrono ripidi verso di esso, le loro acque sono utilizzate per l’irrigazione dei terreni circostanti.

Al confine tra Perù e Bolivia a 3800 m. di altitudine, si trova, avvolto in uno scenario molto suggestivo, il lago Titicaca.

Clima

Il clima del Peru riflette la sua posizione geografica e morfologica.

Tenendo presente che le stagioni, rispetto alle nostre, sono capovolte, è possibile fare alcune distinzioni.

Il clima della costa è influenzato dalla corrente fredda di Humboldt (che arriva dall’Oceano Pacifico) e dalla presenza della Cordigliera della Ande.

Nel periodo invernale (aprile-ottobre), questa regione è avvolta da una nebbia chiamata garua, che rende l’aria molto umida, anche se le piogge sono assenti e il clima è secco.

Il periodo estivo (novembre-marzo) coincide con la stagione delle piogge.

La costa settentrionale del paese ha un clima più caldo rispetto a quella meridionale.

Nella regione delle Ande da aprile ad ottobre, la stagione è secca, mentre da novembre a marzo è il periodo delle piogge.

Una caratteristica di queste zone è la forte escursione termica fra il giorno e la notte.

Nella Selva il clima è molto caldo e umido, fatta eccezione per le zone più elevate, che hanno un clima subtropicale-temperato, le piogge sono abbondanti, soprattutto nel periodo tra novembre e marzo.

Popolazione

La popolazione del Peru è formata in maggioranza da quechua, che vivono sulle Ande (sono stati il nucleo principale dell’Impero Inca) e da meticci.

Inoltre sono presenti creoli, bianchi, aymarà (popolazioni delle Ande) e una minoranza di indios amazzonici.

Fuso orario

In Peru occorre spostare le lancette dell’orologio 6 ore indietro, rispetto all’Italia, mentre quando nel nostro paese è in vigore l’ora legale si devono considerare 7 ore meno.

Lingua parlata

Le lingue ufficiali del Perù sono lo spagnolo e il quechua.

Nelle regioni del sud (lago Titicaca) è parlato l’Aymarà.

Economia

Il Peru deve far fronte a numerose sfide sociali, economiche e politiche, per incrementare lo sviluppo economico e ridurre la povertà, oltre che le diffuse differenze sociali presenti all’interno del suo popolo.

Le maggiori attività del paese, che costituiscono i settori principali dell’economia peruviana e che contribuiscono maggiormente all’esportazione, sono il settore minerario, alimentato dalle risorse di argento, stagno, piombo, zinco, rame, oro e il settore della pesca, con varie attività fra cui le colture di gamberi, ostriche, conchiglie a ventaglio e produzione di farina di pesce.

Di rilievo anche il settore agroindustriale, con prodotti che provengono soprattutto dalle colture irrigue praticate lungo la fascia costiera, tra cui caffè, canna da zucchero, cotone, frutta ortaggi, agrumi, cereali e patate.

Il settore tessile si evidenzia per la capacità di lavorare dei peruviani e per la qualità della materia prima, infatti numerosi sono gli allevamenti di pecore lama, alpaca, che forniscono una lana molto pregiata.

La storia, la cultura e le bellezze naturali del paese favoriscono il settore del turismo.

Quando andare

Per andare sulle Ande e per visitare i siti archeologici, volendo evitare la stagione delle piogge, anche se in Amazzonia piove per tutto l’anno, sono da preferire i mesi che vanno da maggio a metà settembre.

Sulle Ande, nelle ore diurne la temperatura è tiepida tutto l’anno, mentre di notte scende di parecchi gradi.

Sulla costa i mesi da preferire sono da dicembre a marzo (stagione estiva), con clima diurno caldo temperato e notturno fresco.

Durante gli altri mesi la costa è avvolta quasi sempre dalla nebbia.

Documenti necessari

Per entrare in Peru è necessario il passaporto in corso di validità.

Fino a 90 giorni di soggiorno non occorre il visto.

Al momento dell’arrivo in Perù deve essere consegnata all’Ufficio Migrazioni, la carta internazionale di imbarco e sbarco (Tarjeta Internacional de Embarque y Desembarque), ricevuta in aereo o all’ufficio migrazioni della zona di frontiera di provenienza.

Questa carta deve essere conservata e restituita al momento della partenza.

Telefono

– Il prefisso internazionale per telefonare dall’Italia in Perù è: 0051

– Il prefisso internazionale per telefonare dal Perù in Italia è: 0039

Sono diffusi gli internet-point, che offrono collegamenti ad internet ad un prezzo conveniente.

Elettricità

La corrente elettrica è a 220 volts.

Moneta e carte di credito

La moneta ufficiale del Perù è il Nuevo Sol. Le principali carte di credito sono accettate nei centri e negli alberghi più importanti.

E’ possibile fare prelievi bancomat nella maggior parte delle città.

Il dollaro americano è facilmente utilizzabile per i pagamenti e l’euro si cambia senza difficoltà.

Vaccinazioni

Per visitare il Peru sono consigliate alcune vaccinazioni, tra cui Antitifica, vaccinazioni anti epatite A e B., profilassi antimalarica, solo per chi visita le regioni amazzoniche, vaccino contro la febbre gialla, non richiesto a chi proviene dall’Italia, anche se comunque consigliato per visitare le regioni amazzoniche.

Inoltre è raccomandato bere solo acqua imbottigliata, non aggiungere ghiaccio alle bevande e non mangiare verdure e cibi crudi.

Come arrivare

L’aeroporto internazionale Jorge Chavez di Lima costituisce lo scalo principale del Peru.

Dall’Italia non ci sono voli diretti per questo paese, ma varie compagnie aeree collegano l’Europa al Peru.

Klm collega l’Italia a Lima con scalo ad Amsterdam, Iberia, dall’Italia offre voli per Lima, con scalo a Madrid o Barcellona, Air France prevede collegamenti con Lima attraverso vari scali intermedi.

Anche altre compagnie, fra cui Continental Airlines, Avianca, Air Comet e Lan Airlines collegano l’Italia al Peru.