Orbetello: cosa vedere, Duomo, Monte Argentario

Cosa vedere a Orbetello, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Duomo, Piazza del popolo e Porta a Terra, oltre a escursioni a Monte Argentario e Magliano in Toscana.

Duomo di Orbetello

Turismo Orbetello

Collocata al centro dell’omonima laguna, all’estremità di una lingua di terra collegata al Monte Argentario tramite una diga artificiale, Orbetello è una cittadina dove sono presenti attività agricole, commerciali, industriali e pescherecce.

In passato fu un importante centro, prima etrusco e poi romano, discretamente sviluppato già a partire dal settimo secolo a.C., fino a divenire un possedimento della romana Abbazia delle Tre Fontane.

Conquistata dai Senesi nel 1414, Orbetello venne occupata dall’esercito spagnolo e tedesco nel 1557, divenendo la capitale dello statto dei presidi.

Nel diciottesimo secolo passò sotto il dominio dei Borboni di Napoli, nel 1801 fu annessa al regno d’Etruria e nel 1815 al Granducato di Toscana.

Il Duomo, costruito nel 1376 in onore dell’Assunta, venne riedificato nel diciassettesimo secolo.

La facciata gotica, realizzata in travertino e corrispondente perfettamente a quella originale, presenta un notevole portale e una decorazione a quadrilobi.

All’interno si trova un paliotto di epoca preromanica realizzato a rilievi, posto nella cappella di destra.

In fondo a via Ricasoli si apre Piazza del Popolo, da cui è possibile raggiungere il canale che mette in comunicazione le due lagune, con un muro, di origine etrusca e posto nella parte inferiore, che esercita la funzione di sponda.

Nella cittadina è conservata ancora una parte della cinta muraria del diciottesimo secolo, che venne costruita dagli spagnoli sopra realizzazioni precedenti.

Di notevole interesse sono la Porta a Terra, la Porta Medina Coeli, la Porta del Soccorso e la Polveriera Guzman, che ospita il circolo nautico.

Nella zona sono presenti resti di costruzioni romane, tra cui la Villa di Settefinestre, interamente riportata alla luce e risalente al primo secolo a.C.

Tra le escursioni consigliate nei dintorni, oltre a quella a Monte Argentario, rientra quella a Magliano in Toscana, distante circa 25 km, borgo di origini etrusche ma avente aspetto medievale, con una cinta di mura rinascimentale.

La Chiesa di San Martino, costruita prima del mille e ristrutturata nel periodo compreso tra il quattordicesimo e il quindicesimo secolo, possiede un interno molto interessante realizzato in stile romanico-gotico.

Nella Piazza Garibaldi è situato il quattrocentesco Palazzo dei Priori, mentre nella Piazza della Repubblica si trova la Chiesa romanica di San Giovanni Battista, comprendente elementi aggiuntivi in stile gotico e rinascimentale.