Nairobi: cosa vedere nella capitale del Kenya

Cosa vedere a Nairobi, dove si trova la città usata da molti come base di partenza per i loro safari in questa nazione dell’Africa.

Parco nazionale di Nairobi

Guida turistica Nairobi

Capitale del Kenya, Nairobi sorge a 1662 metri s.l.m., sopra un altopiano dell’Africa orientale. La città, pur essendo vicina all’equatore, ha un clima mitigato dall’altitudine, caratterizzato da poca differenza fra una stagione e l’altra.

Per partecipare ai safari nei parchi nazionali del paese, le stagioni secche, tra gennaio e marzo, e luglio e ottobre, sono i periodi migliori. Nairobi rappresenta una valida base di partenza e di arrivo per questo tipo di escursioni, il Nairobi National Park, che si trova a soli 7 km dal centro città, è la riserva naturale più vicina.

Fino alla fine dell’ottocento il territorio su cui sorge la città era una laguna disabitata, poi con la costruzione della ferrovia dell’Africa orientale tra Mombasa e Kampala, vi fu istituita una stazione che diede origine al primo nucleo della cittadina, che divenne capitale dell’Africa orientale britannica nel 1907, nonostante gli incendi e le epidemie a cui dovette far fronte nei primi anni della sua fondazione.

Dopo l’indipendenza dal governo britannico, nel 1963, la rapida crescita della popolazione mise a dura la prova l’infrastruttura urbana, nacquero le baraccopoli, dove ancora oggi vive la maggior parte della popolazione, e quasi tutti gli edifici di epoca coloniale vennero sostituiti con comuni fabbricati in cemento adibiti ad uffici.

Luoghi da visitare a Nairobi

Oggi Nairobi ha due volti, quello dei ricchi quartieri residenziali dove sorgono ville circondate da parchi con piscine e campi da tennis, e quello fatto di baracche di fango, prive di acqua corrente, elettricità e fognature, e si sopravvive cercando materiale nelle discariche.

Nonostante questo, Nairobi è fra le più importanti città africane sotto l’aspetto economico, politico e culturale, ed è la città più grande dell’Africa orientale. Il suo territorio urbano è occupato da parchi, giardini e molte aree verdi, vi si trovano molti alberghi di alto livello.

Il flusso turistico di Nairobi è costitutito soprattutto da gruppi di viaggiatori che stabiliscono qui la tappa iniziale o finale del loro safari in Kenya.

La città presenta comunque alcune attrazioni da non perdere, come il parco nazionale di Nairobi di rara bellezza, situato in periferia, dove è possibile osservare animali tipici della savana africana, tra cui centinaia di uccelli, giraffe, rinoceronti e leoni.

Ma oltre a questo la città di Nairobi vanta numerose aree verdi dislocate all’interno dell’area urbana. Il museo nazionale del Kenya, rappresenta il maggiore del Kenya e in esso si trovano i reperti relativi ad un essere umano detto homo erectus, oltre a collezioni riguardanti la cultura e la storia naturale del paese.

Oltre a questo vi sono anche altri musei di discreta importanza, come il Nairobi Railway Museum e il Karen Blixen Museum.

Da vedere inoltre il monumento a Jomo Kenyatta, le gallerie d’arte Rahimtulla Museum of Modern Art, Mzizi Arts Centre e il Kenya National Theatre.