Escursione Monte Sinai e monastero Santa Caterina

Informazioni generali sul Monte Sinai, dove si trova, caratteristiche del territorio, principali centri abitati, Monastero di Santa Caterina e dieci comandamenti ricevuti da Mosè.

Monastero Santa Caterina - Monte Sinai

Ascesa Monte Sinai

Il Monte Sinai è situato in Egitto nella parte sud della Penisola del Sinai, una penisola con forma a triangolo nella parte orientale dello Stato punto di congiunzione tra Africa e Asia.

Il territorio di questa zona egiziana è per gran parte desertico, abitato lungo la costa di Sabah e di Taba, luoghi vicini alla città israeliana di Eilat.

Procedendo verso sud seguendo la costa si trovano Nuweiba, Dahab e Sharm El Sheikh.

Un insediamento di popolazione si trova anche nella costa nord nei pressi della Striscia di Gaza a Al Arish.

Nella parte meridionale del Sinai si trovano il Monte Caterina, il più alto dell’Egitto, e il monte Sinai dove, secondo la narrazione dell’Antico Testamento della Bibbia, Mosè ricevette da Dio i Dieci comandamenti, pilastro della religione cristiana.

Alla base del Monte Sinai si trova il Monastero di Santa Caterina, eretto nell’anno 527 dall’imperatore romano Giustiniano nel punto dove si ritiene che sia avvenuta l’apparizione di Dio a Mosé.

Questo luogo di culto è meta di pellegrinaggi e da qui parte il percorso più rapido per salire sulla sommità del Monte Sinai detto “il percorso della penitenza”.

Il Monastero, dedicato a Santa Caterina di Alessandria e il più antico ancora visibile, è un esempio di architettura bizantina e al suo interno custodisce numerosi testi e icone molto antichi.

In vetta al Monte Sinai si trova una cappella in cui, secondo opinione diffusa, è custodita la roccia in cui Dio fece scolpire a Mosè le Tavole della Legge riportanti i Dieci Comandamenti, il cui testo si trova nel decalogo riportato in due libri della Bibbia, Esodo e Deuteronomio.

Inoltre, a poca distanza, è possibile vedere la grotta dove Mosé trovò riparo.