Monte Oliveto Maggiore: cosa vedere, abbazia, affreschi

Cosa vedere a Monte Oliveto Maggiore, itinerario comprendente Abbazia e chiostro con affreschi del Sodoma e del Signorelli, chiesa, biblioteca e farmacia.

Abbazia di Monte Oliveto Maggiore

Turismo Monte Oliveto Maggiore

Antico centro monastico dei Benedettini olivetani, fondato da Bernardo Tolomei nel 1313, Monte Oliveto Maggiore è compreso nel comune di Asciano, posizionato tra le crete senesi in provincia di Siena, da cui dista 36 km verso sud.

La chiesa quattrocentesca, restaurata nel settecento, ha mantenuto intatti facciata e torre campanaria.

A destra della chiesa si trova l’ingresso del monastero, appena oltrepassato il quale si giunge nel grande chiostro a doppio loggiato.

Nel portico sono presenti affreschi del Signorelli e del Sodoma, che riproducono 36 episodi tratti dalla vita di San Benedetto.

Lungo i lati est e ovest si possono ammirare nove affreschi eseguiti alla fine del quattrocento dal Signorelli, mentre sui lati nord e sud sono posizionati affreschi cinquecenteschi del Sodoma.

Proseguendo prima attraverso un passaggio magnificamente ornato da affreschi del Sodoma e poi attraverso un atrio dove si trova una scultura di Fra Giovanni da Verona, si entra nella chiesa, al cui interno si trovano notevoli stalli nel coro, intagliati e intarsiati nel 1505 da fra Giovanni da Verona.

Nella Cappella di sinistra è presente un notevole Crocifisso del 1200.

Uscendo dal chiostro grande si passa nel chiostro di mezzo, da dove si raggiunge il refettorio, impreziosito da affreschi realizzati da Fra Paolo Novelli alla fine del 1600.

Tramite una scala, impreziosita da un notevole affresco del Sodoma, avente per soggetto l’Incoronazione di Maria, si entra nella biblioteca.

Interessante la farmacia dove sono raccolti alcuni vasi del seicento.