Frasi sulla lettura

Frasi sulla lettura: aforismi, citazioni

Citazioni, aforismi e frasi sulla lettura, ossia sull’azione di leggere un testo scritto a mano o stampato, sotto forma di manoscritti, manuali e libri stampati, oppure in formato digitale su uno schermo.

Citazioni sulla lettura

– In realtà, la gente legge perché vuole scrivere. Ad ogni modo, la lettura è come riscrivere. (Jean Paul Sartre)

– Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli. (Josif Brodskij)

– Io non ho mai avuto una tristezza che un’ora di lettura non abbia attenuato. (Montesquieu)

– Quanti volatili vivi avrebbero potuto cantare in un albero trasformato in un brutto libro. (Grigore Vieru)

– La lettura è la soglia della vita spirituale, può introdurci in essa ma non costituirla. (Marcel Proust)

– Il Buon Lettore aspetta le vacanze con impazienza. Ha rimandato alle settimane che passerà in una solitaria località marina o montana un certo numero di letture che gli stanno a cuore e già pregusta la gioia delle sieste all’ombra, il fruscio delle pagine, l’abbandono al fascino d’altri mondi trasmesso dalle fitte righe dei capitoli. (Italo Calvino)

– Un buon romanzo ci racconta la verità sul suo eroe; ma un cattivo romanzo ci racconta la verità sul suo autore. (G.K Chesterton)

– Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come fanno gli ambiziosi per istruirvi. No, leggete per vivere. (Gustave Flaubert)

– Stiamo diventando così occupati che presto i lettori non avranno più tempo di leggere tutti i libri che gli autori non avranno più tempo di scrivere. (Tudor Vasiliu)

– I libri che ti aiutano di più sono quelli che ti fanno riflettere di più. Il modo più duro per imparare è quello della letturafacile, ma un grande libro che viene da un grande pensatore è una nave di pensieri, pesantemente caricata di verità e bellezza. (Theodore Parker)

– Entrai nella libreria e aspirai quel profumo di carta e magia che inspiegabilmente a nessuno era ancora venuto in mente di imbottigliare. (Carlos Ruiz Zafón)

– Conosco due categorie di libri: una destinata ad attizzare il fuoco e l’altra ad attizzare lo spirito. (Theodor Codreanu)

– Un libro è l’unico posto nel quale puoi esaminare il più fragile dei pensieri senza romperlo, o esplorare un’idea esplosiva senza la paura che ti scoppi in faccia. E’ uno dei pochi paradisi dove la mente dell’uomo può trovare allo stesso tempo provocazione e privacy. (Edward P. Morgan)

– Gloria e merito di certi uomini è lo scrivere bene; di certi non scrivere affatto. (Jean de La Bruyère)

– Il mio corpo sulla terra, il mio spirito nelle nuvole. E tutti e due dentro un libro. (Robert Sabatier)


– La mente deve essere formata con una lettura attenta e profonda, non con la lettura di molti libri. (Marco Fabio Quintiliano)

– Quando uno scrive per sua personale soddisfazione e scrive tutto quello che sa è sicuramente un cattivo scrittore. (George Lichtenberg)

– Quando mi sento male, non vado in farmacia, ma nella mia libreria. (Philippe Dijan)

– Fate attenzione a leggere libri sulla salute. Si può morire di un errore di stampa. (Mark Twain)

– Divido tutti i lettori in due classi; coloro che leggono per ricordare e coloro che leggono per dimenticare. (William Lyon Phelps)

– I libri hanno gli stessi nemici dell’uomo: il fuoco, l’umidità, il tempo e il proprio contenuto. (Paul Valery)

– La lettura è un atto necessariamente individuale, molto più dello scrivere. (Italo Calvino)

– La lettura è il centro creativo della vita di uno scrittore. (Stephen King)

– All’infuori del cane, il libro è il migliore amico dell’uomo. Dentro il cane è troppo scuro per leggere. (Groucho Marx)

– Nei tempi antichi i libri sono stati scritti da uomini di lettere e letti dal pubblico. Oggi i libri sono scritti dal pubblico e letti da nessuno. (Oscar Wilde)

– I libri ci conducono nelle loro anime e ci aprono di fronte a noi i nostri segreti. (William Hazlitt)

– La maggior parte dei libri attuali dà l’impressione di essere stata fatta in una giornata con dei libri letti il giorno avanti. (Nicolas de Chamfort)


Aforismi sulla lettura

– Voglio ricordarvi che, mentre state giudicando un libro, anche il libro vi sta giudicando. (Stephen King)

– Ci sono situazioni in cui il piacere è notevolmente amplificato dall’attesa. E una di queste è la lettura. (Wilbur Smith)

– Quando leggi a voce alta un testo, ciò che intendi non è forse la tua voce? La storia del silenzio è un testo. L’ascolto del silenzio, un libro. (Edmond Jabès)

– Capite ora perché i libri sono odiati e temuti? Perché rivelano i pori sulla faccia della vita. La gente comoda vuole soltanto facce di luna piena, di cera, facce senza pori, senza peli, inespressive. (Ray Bradbury)

– Scegli un libro. Ma forse lui ha scelto te. (Robert Sabatier)

– I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito. (Marguerite Yourcenar)

– Io sono nel libro. Il libro è il mio universo, il mio paese, il mio tetto, il mio enigma. Il libro è il mio respiro, il mio riposo. (Edmond Jabès)

– Il più grande dono è una passione per la lettura. È economica, consola, distrae, entusiasma, fornisce la conoscenza del mondo e un’esperienza di vasto genere. È una luce morale. (Elizabeth Hardwick)

– Non esistono forse giorni della nostra infanzia che abbiam vissuti tanto pienamente come quelli che abbiam creduto di aver trascorsi senza vivere, in compagnia d’un libro prediletto…ancor oggi, se ci capita di sfogliare quei libri di un tempo, li guardiamo come se fossero i soli calendari da noi conservati dei giorni che furono, e con la speranza di veder riflesse nelle loro pagine le dimore e gli stagni che più non esistono. (Marcel Proust)

– Una casa senza libri è come una stanza senza finestre. (Marco Tullio Cicerone)

– I libri andrebbero scritti unicamente per dire cose che non si oserebbe confidare a nessuno. (E.M. Cioran)

– Non esistono libri morali o immorali. I libri sono scritti bene o scritti male. Questo è tutto. (Oscar Wilde)


– Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira. (J. D. Salinger)

– Il ragguaglio è succinto, concreto e pertinente. La lettura è disordinata, dispersiva e sempre invitante. Il ragguaglio esaurisce la questione, la lettura la apre. (Alan Bennet)

– Quanti uomini hanno datato l’inizio d’una nuova era della loro vita dalla lettura di un libro. (Henry David Thoreau)

– Il libro che urla oppure quello che ti bisbiglia alle orecchie. Devi scegliere. (Robert Sabatier)

– Il libro essenziale, il solo libro vero, un grande scrittore non deve, nel senso corrente, inventarlo, poiché esiste già in ciascuno di noi, ma tradurlo. Il dovere e il compito di uno scrittore sono quelli di un traduttore. (Marcel Proust)

– Un libro è come un giardino, una serra, un magazzino, una festa, un compagno nel cammino, un consigliere, una moltitudine di consiglieri. (Henry Ward Beecher)

– L’uomo costruisce case perché è vivo, ma scrive libri perché si sa mortale. Vive in gruppo perché è gregario, ma legge perché si sa solo. (Daniel Pennac)

– Durante la lettura, veramente la nostra testa non è che l’arena di pensieri altrui. Quando questi se ne vanno, che cosa rimane? Questa è la ragione perché colui che legge molto e quasi tutto il giorno, e negli intervalli si riposa passando il tempo senza pensare, a poco a poco perde la capacità di pensare da sé. (Arthur Schopenhauer)

– Bisogna ricordare che non è possibile commettere un crimine durante la lettura di un libro. (John Waters)

– Se leggete solo libri che tutti gli altri stanno leggendo, state pensando solo ciò che chiunque altro sta pensando. (Haruki Murakami)

– Non riesco a dormire se non sono circondato da libri. (Jorge Louis Borges)

– Il libro che per primo meriterebbe di essere proibito è il catalogo dei libri proibiti. (Georg Lichtenberg)


– Si scrive soltanto una metà del libro, dell’altra metà si deve occupare il lettore. (Joseph Conrad)

– La lettura è per la mente quel che l’esercizio è per il corpo. (Joseph Addison)

– Per me un libro è valido quando ti dà l’impressione che l’autore sarebbe crepato se non l’avesse scritto. (Thomas Edward Lawrence)

Frasi sulla lettura

– Quanto più s’allarga la nostra conoscenza dei buoni libri, tanto più si restringe la cerchia degli uomini la cui compagnia ci è gradita. (Ludwig Feuerbach)

– A volte leggi un libro e ti riempie di uno strano zelo evangelico che ti convince che il mondo frantumato che ti circonda non potrà mai ricomporsi a meno che, o fino a quando, tutti gli esseri umani non avranno letto quel libro. E poi ci sono libri di cui non puoi parlare con l’altra gente, libri così speciali e rari e tuoi che sbandierare il tuo amore per loro sembrerebbe un tradimento. (John Green)

– La macchina tecnologicamente più efficiente che l’uomo abbia mai inventato è il libro. (Northrop Frye)

– La lettura è solitudine. Si legge da soli anche quando si è in due. (Italo Calvino)

– La lettura ci insegna ad accrescere il valore della vita, valore che non abbiamo saputo apprezzare e della cui grandezza solo grazie al libro ci rendiamo conto. (Marcel Proust)

– I genitori ti insegnano ad amare, ridere e correre. Ma solo entrando in contatto con i libri, si scopre di avere le ali. (Helen Hayes)

– I libri sono i compassi e cannocchiali e sestanti e mappe che altri uomini hanno preparato per aiutarci a navigare nei pericolosi mari della vita umana. (Jesse Lee Bennett)

– I libri sono stati i miei uccelli e i miei nidi, i miei animali domestici, la mia stalla e la mia campagna; la libreria era il mondo chiuso in uno specchio; di uno specchio aveva la profondità infinita, la varietà, l’imprevedibilità. (Jean-Paul Sartre)

– Tutti i libri sono raccolte di geroglifici, collezioni di caratteri sacri e assemblaggi di icone e di emblemi che compongono una cifra dalla combinazione inestricabile, che ogni lettore a sua volta tenta di ricomporre secondo la chiave di un codice diverso e di una mitologia reinventata. (Jean-Luc Nancy)


– Non ho avuto mai un dolore che un’ora di lettura non abbia dissipato. (Charles Montesquieu)

– Il piacere di tutta la lettura è raddoppiato quando si vive con un’altra persona che divide gli stessi libri. (Katherine Mansfield)

– Leggere è la capacità di una maggioranza e l’arte di una minoranza. (Julian Barnes)

– Leggere è andare incontro a qualcosa che sta per essere e ancora nessuno sa cosa sarà. (Italo Calvino)

– Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto; io sono orgoglioso di quelle che ho letto. (Jorge Louis Borges)

– Niente di più bello di un bel libro, nel mondo. (Joseph Joubert)

– Questo lungo viaggio immobile che chiamiamo leggere. (Guy Goffette)

– La lettura è il viaggio di chi non può prendere un treno. (Francis De Croisset)

– Capisci di aver letto un buon libro quando giri l’ultima pagina e ti senti come se avessi perso un amico. (Paul Sweeney)

– Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso. (Daniel Pennac)

– Vivere senza leggere è pericoloso, ci si deve accontentare della vita, e questo comporta notevoli rischi. (Michel Houellebecq)

– Pochi libri cambiano una vita. Quando la cambiano è per sempre, si aprono porte che non si immaginavano, si entra e non si torna più indietro. (Christian Bobin)


– Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L’opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in sé stesso. (Marcel Proust)

– Leggere per me era evasione e conforto, era la mia consolazione, il mio stimolante preferito: leggere per il puro gusto della lettura, per il meraviglioso silenzio che ti circonda quando ascolti le parole di un autore riverberate dentro la tua testa. (Paul Auster)

– Un buon libro dovrebbe lasciare decisamente esausti al termine. Si vivono diverse vite durante la lettura. (William Styron)

– Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi. (Franz Kafka)

– La lettura è di grande utilità quando si medita quello che si legge. (Nicolas Malebranche)

– Una delle istituzioni più sovversive degli Stati Uniti è la biblioteca pubblica. (Bell Hooks)

– Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro? (Harper Lee)

– Leggere libri è il gioco più bello che l’umanità abbia inventato. (Wislawa Szymborska)