Larino: cosa vedere, Cattedrale, anfiteatro romano

Cosa vedere a Larino, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse del centro storico, tra cui Cattedrale e Anfiteatro Romano nella zona archeologica di Laurinum.

Cattedrale di Larino

Turismo Larino

Posta al centro di un bel paesaggio caratterizzato da uliveti, interessata dal torrente Cigno affluente del Biferno, Larino è un centro agricolo che possiede anche un interesse artistico e archeologico.

Il territorio di Laurinium, antico centro dei Frentani, fece da scenario allo scontro tra le truppe di Annibale e quelle dei Romani del 207 prima di Cristo, inoltre fu contea in epoca medievale e venne varie volte distrutta e saccheggiata.

Nella biblioteca del palazzo comunale sono conservati mosaici di epoca romana, resti di una pavimentazione, oltre a una statua del trecento realizzata in legno raffigurante la Madonna.

La Cattedrale, ultimata nel 1319, vanta una facciata dove si apre un notevole portale con a lato leoni e grifi, decorato nella lunetta superiore da un crocifisso e sovrastato da una grande rosa posta al centro di due bifore.

A destra si innalza il campanile a base quadrata risalente al quindicesimo e sedicesimo secolo.

Nell’interno a tre navate con arcate ogivali, sono conservati affreschi del quattordicesimo e sedicesimo secolo, oltre a un’Immacolata Concezione del settecento realizzata da Solimena.

Nei dintorini è possibile visitare Laurinum, zona archeologica posta in località San Leonardo dove vedere l’ara frentana, ovvero una raccolta di materiali vari tra cui lapidi riportanti dediche e un’ara preromana.

Notevoli sono i resti dell’anfiteatro romano di epoca imperiale, non lontano dal quale sono stati ritrovati anche alcuni resti di edifici ellenistici e una costruzione della quale si è rimasto ben conservato un bel pavimento decorato con croci uncinate e meandri.