Lampedusa: cosa vedere, isola dei conigli

Cosa vedere a Lampedusa, dove si trova, caratteristiche delle coste, condizioni climatiche, tipologie di spiagge e origine del soprannome isola dei conigli.

spiaggia dei conigli - Lampedusa

Turismo Lampedusa

La maggiore delle isole Pelagie, Lampedusa è posta a soli 113 km dalle coste della Tunisia, mentre ne dista 205 dalla Sicilia.

E’ immersa in quella porzione di Mar Mediterraneo che più risente dell’influenza del caldo clima africano, caratterizzato da temperature miti e costanti per ogni periodo dell’anno.

Le coste settentrionali, frastagliate e a picco sul mare, offrono scenari incomparabili di straordinarie bellezze naturali, con la presenza di numerose insenature e grotte, le cui acque sono molto frequentate dagli appassionati di pesca subacquea.

Infatti abbondano numerose specie di pesci, tra cui soprattutto cernie, nelle grotte sottomarine, orate, ombrine, triglie e saraghi.

Nel lato sud-orientale, meno scosceso, le coste digradano dolcemente verso il mare e vi si aprono stupende spiagge incontaminate caratterizzate da sabbia bianca.

Molto apprezzata è la spiaggia che si trova sull’isola dei Conigli, isolotto situato nella parte sud-occidentale che ha una superficie di circa 4 ettari e mezzo, con un altitudine massima di 26 metri.

Il nome secondo alcuni deriva dal termine arabo “rabit” che tradotto potrebbe significare legame, inteso come qualcosa che collega, in questo caso sarebbe riferito all’istmo che raramente si forma tra l’isolotto e la costa, creando di fatto un collegamento.

Secondo altri, la denominazione dell’isola potrebbe fare riferimento all’epoca in cui una gruppo di conigli si sarebbe stabilito e moltiplicato sull’isolotto, approfittando del momento transitorio in cui esso era unito alla terraferma, senza poter tornare più indietro, essendosi nel frattempo le acque del mare rialzate.

Nell’isola sono presenti tracce di abitatori fenici, greci, romani e arabi, ma solo verso la metà del 1800, ebbe inizio una autentica colonizzazione a opera di Ferdinando II di Borbone.

Dotata di un ottimo porto, Lampedusa possiede anche un comodo aeroporto che garantisce collegamenti giornalieri con Trapani e Palermo.

Le attività prevalenti della popolazione locale sono legate soprattutto alla pesca delle spugne, rinomate in tutto il mondo, e all’industria conserviera del pesce, che conta numerosi stabilimenti.

Un desalinizzatore assicura acqua potabile in gran quantità agli abitanti e ai turisti che ogni anno pervengono nell’isola di Lampedusa in numero sempre maggiore, alla scoperta di quello che è da molti definito un autentico paradiso terrestre.