Rotterdam: cosa vedere nella città di Erasmo

Cosa vedere a Rotterdam, itinerario di un giorno comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse presenti nella città di Erasmo, posta alla confuenza del fiume Nuova Mosa con il fiume Rotte.

Ponte Erasmusbrug - Rotterdam

Turismo Rotterdam

Il corso del fiume divide in due la città, distante circa 18 Km dal Mare del Nord.

Rotterdam, quasi completamente distrutta dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale, fu successivamente ricostruita con moderni criteri urbanistici.

Fra i pochi edifici sopravvissuti ci sono la Witte Huis, il primo grattacielo olandese in stile Art Nouveau, costruito tra il 1897 e 1898, il cui nome significa casa bianca, e la Chiesa di San Lorenzo risalente al periodo tardo gotico che, pur avendo subito ingenti danni, non fu completamente distrutta.

Nello stesso quartiere si trovano le celebri case cubiche disegnate dall’architetto Piet Blom nel 1984, un complesso edilizio molto originale realizzato con edifici a forma di cubo inclinato, dove ogni casa rappresenta un albero, con l’intento di raffigurare insieme alle altre un bosco.

Il simbolo della città è il ponte Erasmusbrug, soprannominato il Cigno per la sua forma e il suo colore, inaugurato nel 1996 dalla regina Beatrice con lo scopo di collegare la parte sud con quella nord.

Poco distante si trova il vecchio ponte levatoio ferroviario De Hef, risalente al 1927 e protetto come monumento nazionale.

Fra i musei della città si distingue principalmente il Boijmans van Beuningen, per le sue importanti collezioni d’arte che vanno dall’arte medievale europea all’arte moderna.

Altri musei sono il Kunsthal e i musei navali Maritiem Museum e Maritiem Museum Prins Hendrik.

Nella città si trova l’Università Erasmus, che prende il nome dal famoso umanista Erasmo, nato a Rotterdam intorno al 1466.