Vigevano: cosa vedere, Piazza Ducale, Castello sforzesco

Cosa vedere a Vigevano, itinerario di un giorno comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Piazza Ducale, Duomo, Castello sforzesco e opere di Leonardo da Vinci.

Castello sforzesco - Vigevano

Turismo Vigevano

Città della Lombardia in provincia di Pavia, Vigevano è circondata dal Parco Nazione del Ticino e si trova a circa 40 chilometri da Milano.

Il cuore della città è costituito dalla splendida Piazza Ducale, collegata attraverso una lunga scalinata allo straordinario complesso del Castello Visconteo-Sforzesco, considerato uno dei più grandi d’Europa.

Alla fine del secolo quindicesimo, Ludovico Maria Sforza detto il Moro, duca di Milano, fece realizzare la piazza demolendo le case ai piedi dell’antico Castello, secondo il progetto del Bramante e forse con la collaborazione di Leonardo da Vinci, dato che i due geniali artisti vivevano in quel periodo alla corte del duca.

La piazza è circondata su tre lati da eleganti edifici decorati e porticati, mentre sul quarto lato sorge il Duomo dedicato a Sant’Ambrogio, la cui costruzione fu iniziata nel 1532, su progetto di Antonio da Lonate, e terminata nel 1606, mentre la sfarzosa facciata, disegnata dal vescovo Juan Caramuel y Lobkowitz, venne realizzata a chiusura della piazza nella seconda metà del seicento.

Ludovico Sforza, detto il Moro, si occupò anche della trasformazione del Castello di epoca longobarda, in residenza signorile, un’opera che già i Visconti, soprattutto Luchino, avevano già intrapreso precedentemente.

Ai tempi di Ludovico vennero ristrutturati e costruiti nuovi edifici come la Falconiera, la Loggia delle Dame e la Torre del Bramante, che offre un bella vista sulla piazza, sul castello e sulla campagna circostante.

Inoltre grazie a Leonardo da Vinci furono sistemate in modo razionale le acque sul territorio, in quanto il Castello non era solo la dimora signorile dove venivano accolti personaggi illustri, ma anche la fattoria dove si allevava bestiame e si praticavano colture sperimentali come quella del riso e del gelso, che serviva per la produzione del baco da seta.

Al Castello di Vigevano oggi ci sono interessanti musei da visitare, tra cui il Museo della Calzatura intitolato a Pietro Bertolini, la Pinacoteca Civica dedicata a Casimiro Ottone, il Museo archeologico della Lomellina e la Leonardiana, riguardante la vita e le opere di Leonardo da Vinci, che fu ospite al Castello per lungo tempo.