Corsica turismo: cosa vedere tra spiagge e incantevoli villaggi

Cosa vedere in Corsica, itinerario alla scoperta delle meraviglie di quest’isola, dove le vacanze al mare sulle bellissime spiagge possono coniugarsi con la visita di città molto interessanti e assolutamente da vedere.

Corsica: luoghi da visitare

Turismo Corsica

Meta di vacanza ideale per crogiolarsi nel Mediterraneo, al largo rispetto alla costa sud della Francia e dell’Italia, la Corsica vanta spiagge bellissime, montagne stupende, meravigliose città e villaggi immersi nell’incantevole paesaggio circostante, con un clima mite tutto l’anno.

Le centinaia di spiagge e gli oltre mille chilometri di coste, costituiscono la base di molte vacanze sull’isola, per praticare nuoto, snorkeling, wind-surf, immersioni subacquee o semplicemente prendere il sole riposandosi.

Le città della Corsica sono molto interessanti, come anche le passeggiate in montagna, da scegliere in base alle proprie capacità.

Il Parco Naturale Regionale della Corsica, che fu istituito per la protezione dell’ambiente naturale, comprende alcune delle cime più alte dell’isola.

Molto bella la riserva naturale di Scandola che è accessibile solo in barca.

Per qualunque genere di camminatore, è possibile trovare in Corsica il sentiero panoramico più adatto, scegliendo tra le centinaia disponibili.

Se si desidera un percorso breve si può andare nel vasto parco regionale, informandosi nell’ufficio turistico più vicino.

Il più famoso sentiero della Corsica è il GR20, noto anche col nome di Beato Monte.

Si tratta di un celebre sentiero che attraversa le montagne dell’isola, partendo da Calinzana, località situata a circa 10 km a nord di Calvi, e continuando verso Conza, in direzione sud-est a 20 km a nord da Porto Vecchio.

Il GR20 è lungo 200 chilometri e possono occorrere oltre due settimane di tempo, se si desidera completare l’intero percorso a piedi.

Nonostante in alcuni rifugi sia disponibile un servizio di ristorazione, si consiglia sempre di portare con sè provviste di acqua sufficienti per l’intera traversata.

Anche se il percorso è ben segnato, si consiglia di portare una carta dettagliata dei sentieri.

Per i meno esperti, oppure per coloro che non hanno tempo sufficiente per percorrere l’intero sentiero GR20, possono essere presi in considerazione altri bellissimi sentieri meno impegnativi, tra cui il Mare e Monti, da Calinzana a Cargese in dieci tappe, il Mare Monte Sud, da Porticcio a Propriano in cinque tappe, il Mare a Mare Nord treks, da Cargese a Moriani in dodici tappe, il Mare a Mare Centro, da Ghisonaccia a Ajaccio in sette tappe.

Per chi si trova nei pressi di Saint-Florent, è possibile seguire il sentiero del litorale, che va da Saint-Florent alla Ostriconi, attraversando le spiagge di Saleccia e Loto, e che richiede poco più di due giorni per essere percorso interamente, fermandosi nei rifugi di Saleccia e Ghignu per due notti.

Ajaccio, cittadina di cinquantamila abitanti situata nella Corsica occidentale in posizione riparata, possiede un clima mite tutto l’anno.

Le origini dell’odierna Ajaccio risalgono a un’antica città romana, che si trova sulla collina a nord della città attuale.

Luogo di nascita di Napoleone Bonaparte, contiene luoghi di interesse turistico su questo personaggio, dalla casa natale al museo.

Nella cattedrale rinascimentale di Notre-Dame de la Misericordia fu battezzato Napoleone, fatto testimoniato dal fonte battesimale dove fu celebrato il sacramento.

Il Museo Fesch è rinomato per custodire una notevole collezione di dipinti del Rinascimento italiano.

Aleria è un piccolo centro, situato tra Bastia e Porto-Vecchio sulla costa orientale della Corsica.

Costituiscono l’attrazione più importante le rovine romane, comprendenti i resti della città romana e della necropoli Villa, che una volta si trovava qui.

Il Museo Jerome Carcopino contiene alcuni affascinanti reperti archeologici, tra cui busti, sculture e ceramiche antiche, raffiguranti soprattutto teste di animali.

Bastia è un porto commerciale nella parte nord-est della Corsica, caratterizzato dal contrasto tra la parte vecchia della città e i moderni yacht ormeggiati nel porto.

Bonifacio, città medievale e più antica della Corsica, è situata a sud sulla punta meridionale, ad appena 12 km dalla Sardegna, dotata di porto esclusivo e caratterizzata da palme e ristoranti che fiancheggiano la banchina.

Da visitare la Scala del Re d’Aragona, utile per raggiungere il centro storico, il monumento ai morti e le interessanti chiese inserite tra le case medievali.

Calvi, situata in Balagne, è una cittadina portuale con una spiaggia di sabbia bianca lunga e stretta.

La visita della Cattedrale di Jean Baptiste e una passeggiata nelle strade fatte di ciottoli tra i negozi della cittadella, costituiscono un bel modo di trascorrere un pomeriggio o serata tranquilla.

Una piacevole escursione è quella sulla collina fino alla chiesa della Madonna della Serra, da cui è possibile godere di una splendida vista.

Cargese in Balagne è conosciuto anche come villaggio greco, situato 20 km a sud di Porto.

E’ un paese fatto di case bianche, costruite su un promontorio roccioso che domina una profonda baia blu.

Vi sono una chiesa latina e una chiesa greca, entrambe risalenti al diciannovesimo secolo.

Corte, piccola città nel cuore della Corsica centrale, è stata in passato capitale dell’isola.

Si trova in una posizione ideale per esplorare montagne, vallate e scenari della Corsica centrale.

A parte il villaggio, insieme al suo sperone roccioso sopra la valle Tavignano, i principali luoghi di interesse sono la cittadella e il Museo della Corsica.

La cittadella è visibile da qualsiasi punto della zona, essendo arroccato su uno scosceso roccia, e può essere raggiunta dalle ripide strade strette della collina.

Da non perdere la vicina piattaforma panoramica, che offre un ottimo punto di vista non solo della cittadella, ma anche delle montagne circostanti.

Corte è anche sede universitaria, per questo motivo è presente un gran numero di studenti tra la popolazione.

Ci sono passeggiate per tutti gli standard di idoneità e di entusiasmo, utili per sperimentare di persona il lato selvaggio della Corsica.

Ile-Rousse in Balagne fu fondata da Pasquale Paoli nel 1758, con l’obiettivo di creare un porto che non fosse controllato dai genovesi.

Con una bella spiaggia a sud di Plage de Rindara e le piccole isole rocciose a nord, l’Ile-Rousse si trova in una splendida cornice paesaggistica.

E’ una città molto raffinata con lussuosi negozi e ristoranti lungo le strade dritte.

Il centro della città è a Piazza Paoli, aperta verso il mare a ovest e dotata di un gradevole mercato coperto.

La parte vecchia della città, con le sue strade lastricate e le vecchie case, è quella di maggior interesse per il visitatore.

Le Parc de Saleccia è un piacevole giardino botanico di 7 ettari, posto a nord della città.

Porto si trova in posizione ideale per visitare molti dei punti forti di questa regione, tra cui Scandola, Spelunca, Calanches di Piana e la Foret d’Aitone.

Porto-Vecchio, situato sulla costa sud-orientale della Corsica, è un luogo molto popolare con i turisti.

Si tratta di una città costruita sulle Paludi, che continua a svolgere un ruolo importante nella città.

Sono presenti diverse spiagge molto interessanti, tra cui Palombaggia, una spiaggia di fama internazionale per la sua bellezza.

E’ inoltre interessante da esplorare il paesaggio montuoso posto sul lato opposto rispetto al mare.

Propriano, risalente all’inizio del diciannovesimo secolo, rappresenta una delle località più popolari della Corsica, grazie alle numerose spiagge presenti, tra cui la Plage de Lido, collocata a 1 km dal centro.

Sono disponibili traghetti per la Sardegna e per la Francia.

E’ molto rinomato il villaggio di Campomoro con la sua bella spiaggia e la bella impostazione turistica.

Saint Florent, situata a nord-est della Corsica e costruita nel quindicesimo secolo, è un luogo di villeggiatura molto popolare, dove il clima, le vicine spiagge e il paesaggio sono la principale fonte di attrazione.

Sartene, che si trova nel sud-ovest della Corsica a pochi chilometri nelle montagne a sud-est di Propriano, ha un centro sviluppato intorno a Piazza della Liberazione.

Il vecchio Palazzo del Governatore è anche la ghigliottina square, la Chiesa di Sainte Marie, situata sul bordo della piazza con il suo caratteristico campanile corso, contiene la croce e la catena che vengono indossati da un penitente nella lunga processione pasquale, che si svolge ogni anno attraverso le vie della città.

Interessante il centro storico di Sant’Anna, con vicoli caratterizzati da un incredibile miscuglio di alte case antiche, collegate da archi e portici.