Conca dei Marini: cosa vedere, grotta dello smeraldo

Cosa vedere a Conca dei Marini, borgo marinaro della costa campana non lontano da Amalfi, itinerario comprendente grotta dello smeraldo, monastero Santa Rosa e spiaggia.

grotta dello smeraldo a Conca dei marini

Turismo Conca dei Marini

Situata sulla Costiera Amalfitana, Conca dei Marini è una località molto gradevole, anche se meno nota dal punto di vista turistico rispetto alle vicine Amalfi, Ravello e Positano.

Il paese ha conservato l’aspetto dell’antico borgo marinaro, fattore che, unito ai meravigliosi panorami che lo circondano, contribuisce a renderlo una meta molto interessante.

L’abitato, formato da piccole case bianche, si estende all’interno di una piccola baia, sulla quale domina la Torre Saracena, antica postazione di avvistamento dotata di base quadrata e costruita nel 1563, per difendere la cittadina dalle incursioni saracene.

La grotta dello smeraldo, che rappresenta uno dei principali luoghi da vedere, ha la particolarità di avere un fondo coperto dall’acqua marina che, per effetto della luce solare, assume colore smeraldo.

Tra le maggiori attrazioni del luogo, rientrano la chiesa e il monastero di Santa Rosa, al cui interno si trova allestito un museo tematico sulla vita monastica.

In questa zona espositiva del convento è possibile assistere alla preparazione di vari rimedi preparati con erbe officinali, inoltre si può visitare la fabbrica della sfogliatella Santa Rosa, un dolce squisito inventato nel 1600 in questo convento.

Durante il periodo estivo, sulla spiaggia del paese, è facile incontrare gruppi folkloristici locali che danno vita a divertenti spettacoli musicali, caratterizzati da canti popolari in grado di coinvolgere i presenti, a cui seguono spesso mangiate notturne, a base di spaghetti e bevute inebrianti di vino locale.