Camogli: cosa vedere, Castello della dragonara

Cosa vedere a Camogli, itinerario comprendente i principali luoghi di interesse, tra cui porticciolo, Chiesa di Santa Maria Assunta, Castello della Dragonara, museo navale e museo archeologico.

Porticciolo di Camogli

Turismo Camogli

Collocato davanti al Golfo Paradiso, che si trova a ovest rispetto al monte di Portofino, Camogli è un centro turistico e marinaro tra i più suggestivi della Riviera Ligure.

Con origini che risalgono alla preistoria, Camogli divenne nel medioevo un possedimento dei Fieschi, prima di legarsi nel sedicesimo secolo alla repubblica di Genova.

Il luogo che caratterizza maggiormente il borgo è il porticciolo, racchiuso tra le variopinte e sviluppate in verticale case dei pescatori, avente un molo di epoca seicentesca.

La seconda domenica di maggio si svolge la caratteristica sagra del pesce, durante la quale viene fatta un’enorme frittura di pesce in padelle aventi un diametro di alcuni metri.

Sopra uno sperone roccioso si trovano la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, risasalente al dodicesimo secolo, e il Castello della dragonara, nella cui torre si trova l’acquario tirrenico.

Raccomandata la visita al museo navale Gio Bono Ferrari, dove viene documentata l’antica tradizione marinara cittadina, oltre quella alla biblioteca comunale Cuneo, con una sala museo che espone reperti archeologici.

Molto particolare è il borgo di Ruta, che è formato da abitazioni che sembrano abbarbicarsi al promontorio di Portofino.

Nei dintorni merita visitare Punta Chiappa, una pittoresca località lungo la costa caratterizzata dalla presenza di enorme masso proteso verso il mare e raggiungibile solo tramite barca o percorrendo un romantico sentiero.