Alatri: cosa vedere, acropoli, mura ciclopiche

Cosa vedere a Alatri, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui acropoli, mura ciclopiche e Cattedrale di San Paolo.

Alatri: acropoli

Turismo Alatri

Il comune di Alatri corrisponde a una cittadina della provincia di Frosinone nel Lazio, situata sopra un colle sulle prime pendici dei monti Ernici.

Di origini molto antiche e dall’aspetto medievale, Alatri è conosciuta soprattutto per l’acropoli fortificata preromana e per monumenti di particolare interesse artistico.

L’Acropoli, che occupa la cima del colle, ha una cinta di mura poligonali, dette ciclopiche, a pianta trapezoidale lunga 2 Km e alta fino a 3 metri.

Circa l’epoca di costruzione di queste mura esistono diverse opinioni, anche se l’ipotesi dominante le fa risalire a epoca preromana, con importanti rifacimenti eseguiti nel quarto secolo a.C., ovvero in epoca romana.

La cinta muraria ha 5 porte di cui 2 ben conservate, molto suggestiva è la porta Maggiore, a cui si accede attraverso una scalinata.

Sulla sommità dell’acropoli sorgono la Cattedrale di San Paolo, caratterizzata dalla maestosa facciata seicentesca, e l’episcopio, mentre la chiesa di Santa Maria Maggiore, dall’aspetto romanico-gotico e risalente al quinto secolo, domina la piazza principale.

Altre pregevoli architetture sono la chiesa di San Francesco, della fine del tredicesimo secolo, con portale gotico e un bel rosone, la chiesa medievale di San Silvestro, in stile romanico, e il palazzo Gottifreddi, edificio in stile gotico risalente al tredicesimo secolo.